Bendaggi elastocompressivi

Il bendaggio elastocompressivo è una terapia che agisce dall’esterno sul macro- e microcircolo, infatti è indicata per contrastare le ulcere da stasi, conseguenza diretta della pressione intravenosa patologica.

Gli specialisti applicano questa terapia prevalentemente per le persone allettate o con poca autonomia di movimento, in tutti gli altri casi si tende a favorire bende di tipo contenitivo, meno invasive e con scarsa estensibilità.
In ogni caso, per evitare di arrecare danni al paziente è opportuno rimuovere il bendaggio al massimo dopo una settimana dalla fasciatura.

Che cosa sono i bendaggi elastocompressivi

I bendaggi elastocompressivi sono fasce estensibili che permettono di avvolgere il corpo del paziente e sottoporre determinate zone a un’elevata compressione; si tratta di una terapia particolarmente efficace nei casi di linfedema e di ulcere da stasi.

Grazie al potere elastico di questo strumento si esercita una pressione sulla zona da trattare, questa forza agisce con maggiore intensità quando il paziente è in condizione di riposo, ma si mantiene anche durante il periodo di attività.

A cosa servono i bendaggi elastocompressivi

I bendaggi elastocompressivi agiscono per regolare la circolazione linfatica e venosa (a livello di macro- e microcircolo). Nonostante la loro efficacia esistono delle controindicazioni, infatti non è sempre possibile applicarli. Nello specifico questo trattamento andrebbe evitato in tutti i casi di pazienti con malattie dermatologiche, che soffrono di scompenso cardiaco oppure di arteriopatia cronica obliterante.

Al contrario, il loro impiego è perfetto per:

Benefici dei bendaggi elastocompressivi

Come ampiamente ricordato, la terapia a compressione spesso è la soluzione più indicata per i linfedemi e le ulcere da stasi. I vantaggi della compressione infatti non si limitano al riassorbimento dell’edema interstiziale, ma comprendono: la limitazione del calibro venoso, la diminuzione dei reflussi patologici, la gestione del sovraccarico valvolare e il potenziamento del trasporto linfatico.

Tratta i problemi di circolazione con i bendaggi.